Il fenomeno sociale del “Così fan tutti!”

Il fenomeno sociale del “Così fan tutti!”
  • 13 Dicembre 2023
  • blog

“Mamma voglio le scarpe della Fila come Francesca!”, “Papà posso rimanere a dormire dal mio fidanzato?”, “Mamma ho lanciato il quaderno in classe perché l’ha fatto anche Marco!”, “Mamma posso avere la macchinetta elettrica?” “Posso avere il tablet?”, “Posso avere lo smartphone?”.

Quante volte quotidianamente ci siamo sentiti dire dai nostri figli: “Posso? Posso?”

E’ normale che i bambini ed i ragazzi vogliano imitare gli altri, non c’è cosa più potente nell’educazione. Attenzione però che nella richiesta che fanno a noi adulti c’è già un bisogno di limite, c’è un urgente necessità di guida ed un’indispensabile domanda di cosa posso o non posso fare e sul perché posso fare una cosa, anziché un’altra.

Ecco quindi la modalità utile per trasmettere i giusti valori: solo comunicando attraverso le scelte che compiamo ed i comportamenti che usiamo, possiamo bloccare quel meccanismo che rende i nostri figli tutti uguali ed identici, una sorta di “catena di polli d’allevamento”, dove tutti stanno nello stesso posto, hanno le stesse cure e si cibano dello stesso mangime; dove tutti vedono, guardano e pensano le medesime cose, portando in sé lo stesso sapore, colore e ragione.

Dove è finita l’unicità del singolo? L’estro, la fantasia e la voglia di essere diversi dal gruppo? Il mondo di oggi tende ad omologarci a plasmare le nostre idee.

Per questo, forse sarò utopistica, sogno un mondo in cui i bambini inizieranno a ribellarsi, sbattendoci in faccia la nostra poca voglia di vivere e di lottare. Lottare affinché ognuno di noi impari ad essere sé stesso con i propri pregi e difetti da rispettare e valorizzare.